Chav. Solidarietà coatta

Chav. Solidarietà coatta - D. Hunter | Jonathanterrington.com

...enza subita e agita, abusi sessuali, tossicodipendenza, carcere comincia a ricostruire se stesso ... Chav è un classico contemporaneo - Habanera associazione ... ... ... Edizioni Alegre nasce nel 2003 per iniziativa di Salvatore Cannavò, Giulio Calella e Checchino Antonini. A quel tempo il movimento Porto Alegre rappresentava la speranza di un mondo migliore. Sgonfiare le favole dei potenti e raccontare altre storie: è questo l'intento del progetto editoriale Alegre, che si prefigge la pubblicazione di idee in controtendenza, inchieste scomode e letteratura ... 50 anni fa, il 20 maggio 1970, veniva approvato lo Statuto dei lavoratori. Le lotte operaie d ... Chav è un classico contemporaneo - Habanera associazione ... ... ... 50 anni fa, il 20 maggio 1970, veniva approvato lo Statuto dei lavoratori. Le lotte operaie del '68 e '69 portarono un primo risultato. Oggi, però, lo strumento è stato menomato dalle riforme. Ero un proletario, non potevo cavarmela ma ho incontrato Gramsci e mi ha salvato. Memoir politico. «Coatto» di periferia, dopo anni di furti e prostituzione, trova il riscatto in un libro ......

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
D. Hunter
DIMENSIONE
9,25 MB
NOME DEL FILE
Chav. Solidarietà coatta.pdf

DESCRIZIONE

Se incontraste oggi D. Hunter potreste scambiarlo per un bibliotecario uscito a fare shopping. Ma un tempo per gli sbirri, le persone per bene e la stampa lui era un chav, un coatto. In queste pagine racconta la sua giovinezza nel sottoproletariato di Nottingham, quando per campare ha lavorato come sex worker, spacciatore e ladro. E un bambino cresciuto in strada, costretto a subire abusi, arrestato per rissa. Patisce violenza, impone violenza. Ma dopo i vent'anni riesce a rompere il ciclo. Ricoverato forzatamente in ospedale psichiatrico, comincia a leggere, e rimane folgorato dall'opera di altri due reclusi: Antonio Gramsci e Angela Davis. Inizia a unire i punti della propria storia. Si mette alle spalle la dipendenza da sostanze, gli assistenti sociali, i poliziotti, il riformatorio e il carcere, diventa un militante della sinistra antagonista. Sulla soglia dei quarant'anni scrive un memoir in cui racconta la propria vita, ma traccia anche i limiti dei movimenti politici che pretendono di parlare a nome della working class. Si alternano descrizioni di attività illegali e abusi sessuali, denunce di violenze istituzionali, ferite di classe. Aneddoti dal mondo del lumpenproletariato raccontati senza eroismo né cinismo. "Un po' ne ho date, un po' ne ho prese", è questa la cifra di D. Hunter. Eppure le sue parole trasudano solidarietà dal basso e resistenza viscerale dei corpi offesi, di chi sta in fondo alla catena alimentare dell'economia. Un libro duro che punta il dito contro la discriminazione sociale e mette a nudo i traumi del capitalismo. Una storia che racconta con orgoglio proletario l'oppressione di classe e di genere per costruire un tassello importante di un immaginario working class queer, incrociando riflessioni sul razzismo, sullo sfruttamento, sulla violenza di genere e sull'identità delle persone LGBTQ. Prefazione di Wu Ming 4.

Ti piacerebbe leggere il libro?Chav. Solidarietà coatta in formato pdf? Bella scelta! Questo libro è stato scritto dall'autore D. Hunter. Leggere Chav. Solidarietà coatta Online è così facile ora!

LIBRI CORRELATI