E così via, all'infinito. Logica e antropologia

E così via, all'infinito. Logica e antropologia - Paolo Virno | Jonathanterrington.com

...Editors: David Bourget (Western Ontario) David Chalmers (ANU, NYU) Area Editors: David Bourget Gwen Bradford DeriveApprodi nasce a Roma nel 1998 ... Amazon.it: E così via, all'infinito. Logica e antropologia ... ... . Al proprio attivo ha oltre 400 pubblicazioni che trovano spazio in collane sia di saggistica che di narrativa. Saggi, romanzi, pamphlet e testi collettivi sono le forme di narrazione che ci hanno consentito di raccogliere le tracce e le testimonianze di questo presente tumultuoso e discontinuo. Delle sue rivoluzioni in corso. Paolo Virno (Napoli, 14 maggio 1952) è un filosofo, semiologo, attivista ed accademico italiano, di orientame ... E così via, all'infinito. Logica e antropologia - Paolo ... ... . Delle sue rivoluzioni in corso. Paolo Virno (Napoli, 14 maggio 1952) è un filosofo, semiologo, attivista ed accademico italiano, di orientamento marxista operaista, docente di filosofia del linguaggio presso il Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo dell'Università Roma Tre. Tra i principali esponenti dell'organizzazione della sinistra extraparlamentare Potere Operaio, negli anni '60 e '70 il suo nome ... Paolo Virno, E così via all'infinito. Logica e antropologia, Torino, Bollati Boringhieri, 2010 Paolo Virno, intervistato al Festival della Filosofia di Modena del 2016, parla delle diverse possibilità della convivenza, analizzate dal punto di vista del linguaggio. Il linguaggio umano permette forme di convivenza assai più complesse di quelle che conoscono altre specie ma ha in sé anche una forza distruttiva dell'intesa e della cooperazione, c'è un'unica radice per la crisi e ......

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
Paolo Virno
DIMENSIONE
9,36 MB
NOME DEL FILE
E così via, all'infinito. Logica e antropologia.pdf

DESCRIZIONE

Problematico, instabile, plastico, pericoloso: la sua storia naturale attesta al di là di ogni dubbio che l'animale umano è, costitutivamente, tutto questo. Ma niente come il requisito biologico che lo distingue dalle altre specie, ossia la capacità di articolare suoni provvisti di significato, è oggetto di visioni che ne semplificano l'irriducibile e perturbante ambivalenza. Se negli auspici dei teorici cuorcontenti il linguaggio infatti si presta di buon grado a comporre i conflitti, agli occhi dei disincantati - di cui Hobbes è il capostipite - si riduce a strumento aggressivo, "tromba di guerra e di sedizione". Da filosofo del linguaggio che riflette da tempo nel solco di un'antropologia materialistica, Paolo Virno fa leva invece proprio sulle strutture del pensiero verbale che più sfuggono alla rigidità degli opposti. Gli interessano in particolare i dispositivi logici capaci di esibire la giuntura tra regioni astratte e ambito percettivo-pulsionale, e quindi di gettar luce sulla trama delle passioni umane. Un dispositivo fondamentale è il regresso all'infinito, in base al quale ci chiediamo il perché di qualcosa, e poi il perché del perché, e così via in un risalimento senza fine. Inclini a tale vortice per attitudine mentale e prassi, noi viventi dotati di parola sappiamo però interrompere in diverse maniere la marcia a ritroso, ed è uno dei gesti che ci caratterizza in quanto uomini.

Ti piacerebbe leggere il libro?E così via, all'infinito. Logica e antropologia in formato pdf? Bella scelta! Questo libro è stato scritto dall'autore Paolo Virno. Leggere E così via, all'infinito. Logica e antropologia Online è così facile ora!

LIBRI CORRELATI