Necessità dell'oblio. Patrimoni e paesaggi costruiti sull'acqua

Necessità dell'oblio. Patrimoni e paesaggi costruiti sull'acqua - M. Vanore | Jonathanterrington.com

...o storico urbano è l'area urbana intesa come risultato di una stratificazione storica di valori e caratteri culturali e naturali che vanno al di là della nozione di "centro storico" o "ensamble" sino a sulla necessità di «sfruttare» il «nostro petrolio»: che sarebbe ciò che l'articolo 9 della Costituzione chiama «il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione», imponendo alla Repubblica di tutelarlo ... M Vanore - Tutti i libri dell'autore - Mondadori Store ... . La metafora del petrolio, invalsa negli anni ot-tanta, è - suo malgrado - eloquente. Il petrolio, nero Componente Paesaggio Guida alla lettura della scheda Paesaggio La componente paesaggio nell'ambito della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale si caratterizza per la sua "trasversalità", richiedendo un approccio integrato in grado di sintetizzare aspetti afferenti le diverse componenti ambientali. R. Priore, La ... M Vanore - Tutti i libri dell'autore - Mondadori Store ... . La metafora del petrolio, invalsa negli anni ot-tanta, è - suo malgrado - eloquente. Il petrolio, nero Componente Paesaggio Guida alla lettura della scheda Paesaggio La componente paesaggio nell'ambito della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale si caratterizza per la sua "trasversalità", richiedendo un approccio integrato in grado di sintetizzare aspetti afferenti le diverse componenti ambientali. R. Priore, La Convenzione europea del paesaggio: matrici politico-culturali e itinerari applicativi, in G.F. Cartei (a cura di), Convenzione europea del paesaggio e governo del territorio, Il Mulino, Bologna 2007, p. 51. Su questi temi, cfr. L. Bonesio, Paesaggio, identità e comunità tra locale e globale, Diabasis, Reggio Emilia 2007....

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
M. Vanore
DIMENSIONE
7,46 MB
NOME DEL FILE
Necessità dell'oblio. Patrimoni e paesaggi costruiti sull'acqua.pdf

DESCRIZIONE

Il volume raccoglie una serie di saggi incentrati sui valori patrimoniali di sistema, riconoscibili come risorsa attiva dei territori, da interpretare attraverso il progetto per una riqualificazione sostenibile del paesaggio. In particolare sono presi in considerazione luoghi, architetture e infrastrutture determinati dall'uso produttivo della risorsa acqua che identificano caratteri e potenzialità del paesaggio. Nel percorso dall'immaginario progettuale ai luoghi oggetto di ricerche e ai diversi casi studio, si propone un approccio che vada oltre gli aspetti esclusivamente tecnici, vincoli e norme generiche, per ricomporre diversi elementi e dimensioni culturali, costruendo nuove relazioni e rilevando l'utilità sociale di quanto oggi sia prefigurabile per assetti futuri. Il progetto di architettura e del paesaggio è inteso nelle sue diverse declinazioni come artefice essenziale di conoscenza, capace di creare riconoscibilità del valore specifico e di sistema, oltre a indicare dei criteri di attribuzione di valore, in rapporto ad una loro efficacia operativa, alla loro sostenibilità contemporanea in risposta agli esiti non sempre positivi di una patrimonializzazione diusa. La collana dà forma e riconoscibilità alle attività di ricerca del Dipartimento di Culture del Progetto dell'Università Iuav di Venezia. Le tematiche affrontate sono riconducibili a diversi gruppi di studio pluridisciplinari. Il progetto come ipotesi di trasformazione del mondo, attraverso lo sviluppo e l'approfondimento delle conoscenze verificate da pratiche sperimentali, è il terreno privilegiato di dibattito. I quaderni fanno riferimento a quattro parole-chiave che indicano possibili luoghi di confronto collettivo. Al Veneto, come ambito territoriale privilegiato, rimandano le prove su campo delle attività di sperimentazione progettuale. Al patrimonio, in rapporto alle sensibilità emergenti nel campo delle risorse non rinnovabili e del paesaggio in una visione ampia e problematica della patrimonializzazione. All'immaginario, riferito a quei processi di elaborazione del progetto che nel mobilitare necessariamente sedimentazioni di valori, figure, memorie, concrezioni visive e narrative, costituiscono 'immaginari' plurali e sempre culturalmente situati. Ai territori altri, come dialogo, in una dimensione internazionale, di luoghi e situazioni esito di storie, concezioni antropologiche e culturali anche molto dissimili dalle nostre.

Ti piacerebbe leggere il libro?Necessità dell'oblio. Patrimoni e paesaggi costruiti sull'acqua in formato pdf? Bella scelta! Questo libro è stato scritto dall'autore M. Vanore. Leggere Necessità dell'oblio. Patrimoni e paesaggi costruiti sull'acqua Online è così facile ora!

LIBRI CORRELATI