Quel mazzolin di fiori. Il primo inno nazionale è una clamorosa metafora

Quel mazzolin di fiori. Il primo inno nazionale è una clamorosa metafora - Silvano Faggioni | Jonathanterrington.com

... bagna ché lo voglio regalar. Lo voglio regalare, perché l'è un bel mazzetto; Quel mazzolin di fiori che vien dalla montagna Quel mazzolin di fiori che vien dalla montagna E bada ben che non si bagna che lo voglio regalar E bada ben che non si bagna che lo voglio regalar Lo voglio regalare perché l'è un bel mazzetto Lo voglio regalare perché l'è un bel mazzetto Lo voglio dare al mio moretto questa sera quando vien è un canto popolare della lombardia di lontanissima origine nato sui paesi delle montagne dove con il venir meno della radio, del cinema, e di altre diavolerie, delle condizioni necessarie alla loro spontanea sopravvivenza, sarebbero probabilmente nati i canti alpini ke hanno conquistato un loro pubblico sempre crescente, che in essi ritrova i sentimenti di giorni sereni o esaltanti, che per ... Quel mazzolin di fiori - Canzoni per i bimbi ... ... Testo di Quel mazzolin di fiori - Le Mondine. Quel mazzolin di fiori che vien dalla montagna (×2) E bada ben che non si bagna che lo vog... ... Quel mazzolin di fiori - Canzoni per i bimbi ... ... Testo di Quel mazzolin di fiori - Le Mondine. Quel mazzolin di fiori che vien dalla montagna (×2) E bada ben che non si bagna che lo vog......

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
Silvano Faggioni
DIMENSIONE
8,63 MB
NOME DEL FILE
Quel mazzolin di fiori. Il primo inno nazionale è una clamorosa metafora.pdf

DESCRIZIONE

La storia di un canto, "Quel mazzolin di fiori", che è stato per lungo tempo il vero inno nazionale italiano grazie alle centinaia di migliaia di emigranti in tutto il mondo, è una storia misteriosa, nel senso che l'origine si perde nei secoli addietro. Comunque sia, si diffuse in tutta Italia dopo la Prima guerra mondiale. I soldati al fronte, infatti, arrivavano da tutte le regioni. Nelle marce di avvicinamento al nemico quei giovani e valorosi ragazzi, che erano gli alpini, lo cantavano di rigore, anche perché il "doppiosenso" per loro era ben chiaro. Al fronte tra il '15 e il '18 si cantava tanto, per combattere prima di tutto la paura. Al fronte nacquero altri canti diventati famosi, come "Ta Pum" o "Bombardano Cortina". In questo libro non parlo però solo di guerra. Propongo al lettore un viaggio ideale lungo l'arco alpino alla ricerca delle origini dei canti popolari delle varie regioni. E al lettore propongo anche la storia di alcuni canti del lavoro e una breve antologia dei canti più belli e indimenticabili delle nostre genti.

Ti piacerebbe leggere il libro?Quel mazzolin di fiori. Il primo inno nazionale è una clamorosa metafora in formato pdf? Bella scelta! Questo libro è stato scritto dall'autore Silvano Faggioni. Leggere Quel mazzolin di fiori. Il primo inno nazionale è una clamorosa metafora Online è così facile ora!

LIBRI CORRELATI